Archivio

Archivio per febbraio 2009

Nikon D300 e GeoTag

26 febbraio 2009 5 commenti

Sulla scia dei servizi come Flickr e programmi come iPhoto ’09 che permettono di vedere (o posizionare) su una cartina il luogo dove una foto è stata scattata, ho deciso di regalare alla mia nuova Nikon D300 la possibilità di salvare all’interno dei dati EXIF la posizione dove è stato eseguito lo scatto, così poi da non doverlo aggiungere a mano ritornato a casa.

Tale accessorio è previsto da Nikon e si tratta di un GPS esterno che va fissato al connettore a 10 pin a lato dell’obbiettivo e viene alimentato dalla stessa reflex.

Oltre a quello originale Nikon esistono tanti produttori che ne hanno creato una loro, ben più economico: io ho provato il Geomet’r GPS Receiver for DSLR (GNC-35) distribuito in Italia da Elettronica Sillaro.

La confezione del GNC-35

Prosegui la lettura…

Categorie:About Me, Fotografia Tag:

Sulla via del ritorno..

13 febbraio 2009 Nessun commento

Seppur il tempo non sia dei migliori, prendo un’autobus che dal centro di Brisbane mi porta al Lone Pine Koala Sanctuary , uno dei più grossi parchi a causa della massiccia presenza di koala ma anche tanti altri animali, fra i quali i canguri che vengono tenuti in recinti dove è possibile entrare ed accarezzarli.
Il parco dista circa 40 minuti dal centro (in direzione sud ovest) ma vale la pena visitarlo.. soprattutto per canguri che sono animali dolcissimi e morbidissimi e ovviamente per i pacifici koala.

Fatto quello torno all’appartamento, prendo le valigie e mi dirigo all’aeroporto utilizzando l’airtrain: un treno navetta che in meno di 20 minuti porta all’aeroporto partendo dal centro di Brisbane.
Purtroppo questo è il mio ultimo giorno in Australia e l’aereo che prenderò da Brisbane mi riporterà, dopo uno sbarco a Dubai, a Milano.
Dire che mi si spezza il cuore, anche solo ripensando alle ultime ore passate in terra australiana, è poco..

Categorie:Australia, Viaggi Tag:

Ultima tappa: Brisbane

12 febbraio 2009 Nessun commento

Dopo un’abbondante colazione mi metto in strada e riparto da Byron Bay con destinazione Brisbane.
Per la notte che passerò nella capitale del Queensland sarò alloggiato negli appartamenti Manor, nella centralissima Queen St. Da lì sarà facile dare uno sguardo anche a questa città australiana.

Il centro di Brisbane è adagiato nell’ansa di un fiume e, come per Sydney, troviamo il suo ponte famoso: lo Story Bridge.
Da qui, più o meno all’altezza del Riverside Centre, decido di incamminarmi lungo la passeggiata che costeggia il fiume e arrivare fino ai giardini botanici e, al suo interno, al campus dell’università e al Parlament House, il palazzo del governo del Queensland.
Esco dai giardini e attraverso il Goodwill Bridge, un ponte ciclopedonale che la maggior parte degli studenti affronta per raggiungere l’altra sponda del fiume quando lascia il campus.
Proseguendo ancora lungo il fiume arrivo all’altezza del Victoria Bridge e imbocco Queen Street costeggiando subito il Contrad Treasury Casino.
Mi accorgo così di aver seguito il perimetro della City, il cuore commerciale e storico di Brisbane. Quest’area infatti è un susseguirsi di grattacieli in acciaio e vetro ma anche di piccoli palazzi costruiti in mattoni di color rosso.
Queen Street, essendo nel centro città, è una delle strade dove poter trovare tutti i maggiori negozi, catene e centri dove poter fare shopping e per questo, parte di essa, è riservata solo al traffico pedonale.

Categorie:Australia, Viaggi Tag:

On the Road: Sunshine Coast e Gold Coast

11 febbraio 2009 Nessun commento

Dopo 3 giorni on the road, fra oceani, tramonti, viste e spiagge inimmaginabili eccomi seduto davanti al mio Mac a cercare di raccontarvi e trasmettervi questa parte di viaggio..
Ok quindi, partiamo con ordine….

Prosegui la lettura…

Categorie:Australia, Viaggi Tag:

Fraser Island.. un posto unico al mondo..

8 febbraio 2009 Nessun commento

Lo ripeto: Fraser Island.. un posto unico al mondo..

Questo è quello che penso a poche ore dal mio ritorno dalla gita di due giorni su Fraser Island, la più ampia isola sabbiosa al mondo che si estende per circa 130 Km nelle acque dell’Oceano Pacifico.

Ecco il racconto dei due giorni..

Prosegui la lettura…

Categorie:Australia, Viaggi Tag:

Direzione Rainbow Beach e Fraser Island

6 febbraio 2009 Nessun commento

Sempre con un volo della JetStar raggiungo Brisbane e qui, noleggiata un’automobile mi dirigo a nord, alla volta di Rainbow Beach.

Uscito dal caotico traffico di Brisbane, tipico delle 5 di pomeriggio in una grande città, mi immetto sull’autostrada e dopo 4 ore di auto (con una piccola sosta per un hamburger in un Truck Stop) arrivo alla meta, precisamente al B&B di Debbie, un’accogliente B&B gestito da una simpatica signora di mezza età conosciuta da tutti in paese.. Nota simpatica della sistemazione: l’appartamento è senza chiavi o serrature..

E’ sera e giusto il tempo di scaricare le valigie e sono già sotto le coperte: domani mi aspetterà un’interessante avventura… Infatti da qui partirò per una gita di due giorni su Fraser Island…

Categorie:Australia, Viaggi Tag:

Whitehaven Beach: una delle 10 spiagge più famose al mondo

5 febbraio 2009 Nessun commento

Seppur il tempo non sia dei migliori e il sole esca solo ogni tanto dai nuvoloni che affollano il cielo decido di andare a fare un’escursione per vedere il reef (la barriera corallina) e la famosissima spiaggia di Whitehaven Beach, una delle 10 spiagge più famose al mondo..

Parto con la ReefRyder II e dopo 30 minuti di salti fra le onde arrivo a Chalkies Beach (su Haslewood Island) dove faccio una prima confidenza con il mare e la sua fauna..
Il sole finalmente esce e anche la prossima tappa, Whitehaven Beach, non poteva essere dipinta in modo migliore.
Whitehaven Beach è una spiaggia lunghissima, fatta di una spiaggia bianchissima ed un mare che sembra finto dal gran che è trasparente..

Australia 2009
Whitehaven Beach

Rientrato sull’isola, al pomeriggio prendo un bus che in 30 minuti mi fa fare il giro dell’isola e ne approfitto per fare qualche scatto.
La sera vado a mangiare una discreta bistecca in uno dei tanti locali a tema presenti sull’isola, al “The Steack House”.

La bisteccona...
Categorie:Australia, Viaggi Tag:

In volo verso le isole Whitsunday

4 febbraio 2009 Nessun commento

Da Spencer Street Railway Station prendo un bus che in 20 minuti mi porta in aeroporto.
Da qui mi imbarco su un volo della JetStar che in circa 4 ore mi porta a nord, precisamente ad Hamilton Island, un’isola dell’arcipelago delle Whitsunday.

L’accoglienza e le strutture sull’isola (alberghi, piscine, ristoranti…) e’ stupenda: sembra di guardare le foto di un soggiorno turistico, uno dei tanti che si possono trovare in un’agenzia di viaggi.


Questo è il posto dove moltissimi australiani e orientali vengono per le vacanze. Io, come italiano, sono praticamente una rarità..
Purtroppo mi avvertono che il tempo non sarà dei migliori perché nei giorni precedenti sono passati tempeste ed uragani…

Categorie:Australia, Viaggi Tag:

Melbourne: 2 passi per la città

3 febbraio 2009 Nessun commento

Partito di mattina presto dalla camera per vistare la città, mi accorgo subito che anche qui, come a Sydney, la vita inizia presto infatti già passate le 9,30 il caos sui marciapiedi quasi scompare.
Preso un cappuccino e un donut da Gloria Jean’s Coffee, all’angolo fra Collins e Spencer Street, mi metto in marcia alla scoperta della città.

Gloria Jean’s Coffee fra Collins e Spencer Street

Seguendo la cartina della città raggiungo subito l’imponente Flinders Street Railway Station e osservo il suo portone d’accesso con i vari orologi che riportano diversi orari. Questo è il crocevia di tutti i mezzi, su rotaia o su gomma, di Melbourne e anche la prima stazione ferroviaria d’Australia.

Flinders Street Railway StationFlinders Street Railway Station

Girate le spalle vedo la facciata gotica di St. Paul’s Cathedral, ma prima di visitarla decido di oltrepassare il fiume Yarra percorrendo il Princess Bridge entrando così nel quartiere di South Bank.

St. Paul’s CathedralVisione di Melbourne e Federation Square dalla riva dello Yarra

Melbourne, gia dai primi passi, mi risulta molto gradevole e non pare avere l’aria di una grossa città ma di una piccola città di provincia seppur sovrastata da grattacieli di ogni forma e colore.
Grazie al bus gratuito che la città a messo a disposizione dei turisti e che si ferma nei posti principali della città, incomincio a fare sosta nei punti più caratteristici: il Melbourne Cricket Ground, l’Università e il suo campus, il Victoria Arts Center,la Victoria National Gallery e il Shrine of Remembrance, un’immenso santuario all’interno dei giardini botanici che rende omaggio ai caduti della Seconda Guerra Mondiale.

Università di MelbourneShrine of Remembrance

Ritornato nel centro, fotografando Federation Square e la gente che lo utilizza come punto di incontro/ritrovo, proseguo la mia camminata fra Collins, Bourke e Lonsdale Street, le vie dello shopping e le vie dove si trovano l’Old Treasury Building, Chinatown, Princess Theatre e il palazzo del Parlamento.

Categorie:Australia, Viaggi Tag:

Great Ocean Road

2 febbraio 2009 Nessun commento

Sveglia presto per iniziare la Great Ocean Road che mi porterà a Melbourne.

Il panorama e’ bello e variegato. I punti caratteristici di questa famosa strada sono tutti segnalati da cartelli marroni che campeggiano la scritta “Lockout” in bianco e ti dirigono a piccole terrazze sulle ripide scogliere di queste coste.

LockoutCartelli strdali..
LockoutLondon bridge

Passato Port Campbell, arrivo ai tanto sospirati 12 apostoli ma ahimè la sfortuna quando vuole ci vede molto bene: dal mare sale una fitta nebbia che copre questo panorama mozzafiato..

Passata l’amarezza proseguo, seppur il tempo non sia certamente estivo, alla volta di Apollo Bay, un gruppo di case che si affaccia su una baia altamente caratteristica..

Da qui la Great Ocean Road incomincia ad essere più tortuosa e ricca di innumerevoli gole fino ad arrivare nei pressi di Geelong. Anche il paesaggio cambia: da grosse estensioni di erba si passa a ricca vegetazione (ricca di Koala) che si arrampica sulle scogliere rocciose..

Passate le sterminate spiagge di Geelong giungo a sera all’hotel Vibe di Melbourne.

Categorie:Australia, Viaggi Tag: