Home > Australia, Viaggi > Fraser Island.. un posto unico al mondo..

Fraser Island.. un posto unico al mondo..

Lo ripeto: Fraser Island.. un posto unico al mondo..

Questo è quello che penso a poche ore dal mio ritorno dalla gita di due giorni su Fraser Island, la più ampia isola sabbiosa al mondo che si estende per circa 130 Km nelle acque dell’Oceano Pacifico.

Ecco il racconto dei due giorni..

Partito di buon ora con una spedizione organizzata prenotata su internet http://www.fraserexperience.com (internet sarà un life motive in questo vagare nelle terre australiane come magari avete già intuito..) a bordo di un camion opportunamente attrezzato e con altri 12 compagni di viaggio provenienti da tutto il mondo, attraversiamo il tratto di oceano che separa Rainbow beach a Fraser Island.
Sbarcati sull’isola, la carovana procede a buona velocità verso nord utilizzando la spiaggia come sede stradale.
Lasciato il bagaglio al campo che ci ospiterà per la notte (un campo che ricorda l’accampamento degli Altri nel telefilm Lost e circondata da una rete per tenere alla larga i dingo che qui vivono selvatici) ci dirigiamo verso Eli Creek, un’area lussureggiante sulle rive dell’isola dove sgorga un ruscello di acqua dolce.
Qui faccio l’esperienza di sorvolare l’sola con un piccolo aereo 7 posti, che decolla dalla spiaggia, e scoprirla dall’alto: Fraser Island, vedendola dall’alto, è ricchissima di vegetazione ed è disseminati di moltissimi laghi o specchi d’acqua.
Il pilota poi, ci fa vedere le ombre degli squali che nuotano a pochi metri dalla riva.
Ritornato a terra, riparto sulla carovana alla volta del relitto della S.S. Maheno, un’imbarcazione mercantile varata nel 1905 ma arenata su queste coste nel 1935 quando era sulla rotta verso il Giappone per essere smatellata visto la sua vetustà.
Ultima tappa della giornata è Lake Wabby, uno dei 40 laghi di acqua dolce dell’isola, particolarmente unico in quanto si trova a ridosso di un deserto sabbioso e avere all’interno diverse specie di pesci. Qui facciamo un rinfrescante bagno..

Ritornati all’accampamento, facciamo un’abbondante cena australiana a base di bistecche, pasta (utilizzata come accompagnamento) e verdura. L’indomani la sveglia sarà presto e quindi, dopo un po’ di chiacchiere e giochi improvvisati, ci corichiamo.

Il giorno successivo, dopo una camminata all’interno della Rain Forest fra alberi, palme e felci, ci dirigiamo vero un altro lago di acqua dolce: Lake McKenzie.
Lake McKenzie è uno dei laghi più grandi dell’isola e la sua particolarità è quello di essere limpidissimo e con una spiaggia in silice praticamente bianca.
Fare il bagno è una sensazione alquanto surreale.. Sembra di stare in un’enorme piscina, ma senza cloro o che..

Risaliti sul bus, ritorniamo a Rainbow Beach.

Categorie:Australia, Viaggi Tag:
  1. Nessun commento ancora...